Archivi tag: Covid-19

Il vaccino contro il COVID-19 potrebbe ridurre le infezioni asintomatiche

vaccino
Photo by Ivan Diaz on Unsplash

Come ben sappiamo, il vaccino contro il COVID-19 si è dimostrato efficace nel generare una risposta immunitaria nel nostro corpo, ma non ha ancora presentato prove sufficienti sulla sua efficacia nel prevenire le infezioni sintomatiche e asintomatiche. In altre parole, sebbene comprendiamo che può renderci parzialmente immuni al SARS-CoV-2, non sappiamo ancora se può aiutarci a diminuire la sua trasmissione.

Covid-19: per il MIT è inutile il distanziamento fisico per limitare la trasmissione del virus

distanziamento-sociale
Photo by Chris Greene on Unsplash

Il distanziamento sociale non limiterebbe la trasmissione del virus, secondo un nuovo studio del MIT. Infatti, proprio il Massachusetts Institute of Technology ha sviluppato un modello per calcolare il rischio di esposizione a Covid-19 in spazi ristretti.

Scoperta malattia neurologica rara associata al COVID-19 in 21 paesi

coronavirus-cervello
Image by enriquelopezgarre from Pixabay

A più di un anno dal rilevamento dei primi casi di infezione da coronavirus, il SARS-CoV-2 continua a sorprendere la comunità scientifica. I risultati di un nuovo studio pubblicato sulla rivista Frontiers in Immunology associano la diagnosi di COVID-19 a una rara malattia neurologica chiamata mielite trasversa acuta.

Gli esseri umani potrebbero trasmettere il Covid-19 ai gatti

gatti-covid19
Photo by Kari Shea on Unsplash

Se si è contratto il Covid-19, è possibile infettare anche il proprio gatto. Questo salto è possibile secondo i ricercatori dell’Università di Glasgow in Scozia. Gli scienziati hanno appena pubblicato il loro lavoro sulla rivista medica Veterinary Record.

I sintomi del COVID-19 possono persistere per almeno 8 mesi dopo il recupero

covid-sintomi
Photo by Clay Banks on Unsplash

Nel corso di questa pandemia, medici e ricercatori hanno prestato attenzione non solo ai quadri clinici che sviluppano i pazienti infetti da SARS-CoV-2, ma anche ai sintomi dopo la loro guarigione. Studi precedenti avevano notato che alcuni sintomi potevano persistere fino a sei mesi dopo la risoluzione dell’infezione. Tuttavia, una nuova ricerca mostra che la loro permanenza nel nostro corpo potrebbe essere più lunga.

Ecco tutto quello che c’è da sapere sulle varianti del coronavirus

varianti-covid
Image by Wilfried Pohnke from Pixabay

Nonostante le difficoltà e le battute d’arresto incontrate finora, il mondo sta seguendo con attenzione la distribuzione dei vaccini COVID-19. Nel frattempo, esperti sanitari e importanti agenzie sanitarie continuano a indagare sulle mutazioni del coronavirus che, come molti sanno, hanno portato ad alcune varianti che hanno destato preoccupazione negli ultimi mesi.

Studio collega l’inattività fisica all’aumento del rischio di morte per COVID-19

covid-19-attività-fisica
Image by renategranade0 from Pixabay

Uno studio pubblicato sul British Journal of Sports Medicine collega l’inattività fisica con una maggiore probabilità di ammalarsi gravemente e morire a causa del COVID-19, superato solo come fattore di rischio dall’età avanzata e con una storia di trapianto di organi.

Cos’è l’effetto nocebo e come influenza la vaccinazione contro il COVID-19

effetto-nocebo
Photo by Hakan Nural on Unsplash

Gli studi clinici prima dell’approvazione di emergenza e i programmi di vaccinazione di massa contro il COVID-19 hanno dimostrato che i destinatari del vaccino possono manifestare sintomi dopo l’iniezione. Ed è cosa ormai ben nota. Tuttavia, altri due fattori, oltre alla risposta immunitaria stimolata dal vaccino, possono contribuire a questo dato di fatto: l’effetto nocebo e l’isteria di massa.

La luce solare distrugge COVID-19 molto più velocemente di quanto si pensasse

luce-solare-covid
Photo by frank mckenna on Unsplash

La pandemia ha già segnato più di un anno di convivenza con noi esseri umani. Nel tempo, abbiamo imparato sempre di più sul virus che ci attacca e su come affrontarlo. Ma è chiaro che siamo ancora lontani dal sapere tutto. Ora, come recente buona notizia, il COVID-19 ha dimostrato non solo di essere vulnerabile alla luce solare, ma di cedere ad essa molto più velocemente del previsto.

L’EMA conferma che potrebbe esserci una relazione tra il vaccino AstraZeneca e i casi di trombosi

astrazeneca-trombosi
Photo by Mat Napo on Unsplash

Il processo di vaccinazione contro il COVID-19 è ormai avviato in tutto il mondo. In ogni Paese vediamo come, in misura maggiore o minore, uno o più candidati vaccini si distribuiscano tra la popolazione per iniziare ad immunizzarla. Ma, nella fretta, ci sono ancora dettagli che non conosciamo. Come chiaro esempio, possiamo citare il vaccino AstraZeneca e la sua possibile relazione con casi di trombosi.