Google Maps: il cratere creato da presunti extraterrestri fu prodotto da un meteorite

Google Maps: il cratere creato da presunti extraterrestri fu prodotto da un meteorite

Migliaia di utenti di tutto il mondo sono rimasti scioccati dalla notizia. Conoscere la vera storia del gigantesco cratere catturato da Google Maps che molti credevano fosse stato il prodotto degli alieni è stato il loro obiettivo sin da quando sono apparse queste immagini. Qualcosa di totalmente rimosso dalla realtà, secondo un gruppo di esperti, da apparire appunto “inumano”.

Annunci

Le batterie che non esplodono potrebbero presto diventare una realtà

Le batterie che non esplodono potrebbero presto diventare una realtàPortiamo tutti con noi almeno un device che implica, a corredo, una batteria: che sia nei nostri smartphone, tablet, PC, orologi, e quant’altro. E tutti questi dispositivi sono spesso trasportati molto vicino al nostro corpo, quindi il problema della sicurezza è essenziale.

Fonte: http://www.tecnoandroid.it/2018/04/23/le-batterie-che-non-esplodono-potrebbero-presto-diventare-una-realta-341748

iPhone: come eliminare contatti e foto duplicati

iPhone: come eliminare contatti e foto duplicati

Uno dei maggiori problemi  di iPhone è sempre stata la mancanza di spazio di archiviazione interna. O, almeno, in precedenza. Apple, infatti, ha cercato di risolvere questo problema nei suoi modelli più recenti. Infatti, se si possiede un device con memoria più ampia il problema non è così vistoso. E non dimentichiamo che possiamo usufruire di tutto lo spazio che vogliamo nel cloud

Amazon prepara il suo primo robot per la casa e Alexa avrà un “corpo”

amazon-alexa-robot

Cosa mancava ad Alexa? Forse, oltre a migliorare il sistema stesso, un corpo con cui Amazon potesse vendere in futuro tramite un assistente e senza dimenticare l’aspetto “virtuale”. E, a quanto pare, sembra essere il prossimo obiettivo della compagnia di Bezos. Almeno, come riferisce Bloomberg sulla possibilità che il gigante stia lavorando al suo primo robot domestico.

La Russia blocca milioni di indirizzi IP di Google che consentivano l’attività di Telegram

russia-telegram

La Russia, che sta lottando strenuamente per attuare la sua decisione di bloccare Telegram, ha annunciato nelle scorse ore di aver bloccato diversi indirizzi IP di Google. Questi, secondo le autorità russe, avrebbero permesso di eludere l’ostruzione di messaggi cifrati.

Dipendenza smartphone: ha gli stessi effetti degli oppiacei ed è sempre più diffusa

Dipendenza smartphone: ha gli stessi effetti degli oppiacei ed è sempre più diffusaLa dipendenza digitale, sia in relazione a un telefono cellulare, tablet o altri dispositivi elettronici, crea le stesse connessioni cerebrali degli oppiacei, generando anche solitudine, isolamento e depressione. Questa è la conclusione di uno studio condotto dagli scienziati della State University di San Francisco e raccolti dalla prestigiosa rivista NeuroRegulation.