UGREEN lancia un nuovo caricabatterie compatto GaN da 65 W multi-USB tramite Indiegogo

ugreen

UGREEN ha lanciato il suo ultimo caricatore USB da 65 W. Questo accessorio di ricarica è stato apparentemente progettato “per i fan di Apple”, sebbene possa anche essere adatto a quanti possiedono device con cavo da USB C a USB C. Queste porte sono classificate per gli standard USB Power Delivery 3.0 e 2.0, nonché per Qualcomm Quick Charge (QC) da 4.0 a 2.0 e una manciata di altri standard di ricarica rapida.

La città brasiliana di Manaus potrebbe aver già ottenuto l’immunità di gruppo

cimitero-manaus

Uno studio condotto dall’Università di San Paolo, in Brasile, suggerisce che la città brasiliana di Manaus, capitale dello stato di Amazonas, potrebbe aver già ottenuto l’immunità di gruppo per il nuovo coronavirus Covid-19.

Gli animali a contatto con gli umani perdono la paura verso i propri predatori

animali

Una nuova ricerca ha concluso che gli animali selvatici perdono rapidamente la paura verso i predatori dopo essere entrati in contatto con gli esseri umani. La maggior parte degli animali selvatici, come i leoni, mostra una serie di comportamenti per evitare i predatori, come la sorveglianza e la fuga.

Piantare un trilione di alberi aiuta il nostro pianeta? Dipende

alberi

Piantare un trilione di alberi è un buon modo per ridurre le emissioni di carbonio, ma dipenderà molto da dove verranno piantati, come suggerisce un nuovo studio. È noto che gli alberi siano eccellenti per immagazzinare carbonio e rilasciare ossigeno, un processo che rende il nostro pianeta più verde. Quindi, piantare un trilione di alberi potrebbe aiutare a porre rimedio al cambiamento climatico? La risposta è complicata.

Misurata la temperatura a 4.000 farfalle e l’influenza del clima sul loro habitat

farfalle

Un gruppo di scienziati britannici ha raccolto 4.000 farfalle selvatiche per misurare la loro temperatura, avvertendo che alcune delle specie più riconosciute del Paese sono in pericolo di collasso e rischiano di perdere il loro habitat.

L’eccessivo consumo di alcol influisce sul sistema nervoso e aumenta l’ansia

alcol

Un team di ricercatori hanno concluso che il consumo ripetitivo di alcol influisce direttamente sulle cellule immunitarie del sistema nervoso centrale, che eliminano parte della comunicazione tra i neuroni e provoca un aumento dell’ansia. Renato Socodota, ricercatore i3S, ha spiegato che lo studio, pubblicato sulla rivista scientifica Science Signaling, e in fase di sviluppo da cinque anni, mirava a “comprendere il ruolo neurotossico dell’alcol e i meccanismi molecolari e telefoni cellulari coinvolti”.

Fairy circle: il modello matematico di Turing spiega la formazione

cerchi-delle-fate

cerchi (o anelli) fatati – formazioni circolari di erbe o funghi naturali – sono uno dei più grandi enigmi della natura. Un team di ricerca internazionale guidato dall’Università di Göttingen (Germania) ha raccolto, per la prima volta, dati dettagliati per dimostrare che il modello sviluppato dal matematico britannico Alan Turing spiega i modelli di vegetazione dei cerchi delle fate australiani. Inoltre, i ricercatori hanno dimostrato che le erbe che compongono questi standard agiscono come “eco-ingegneri” per modificare il proprio ambiente ostile e arido, mantenendo così il funzionamento dell’ecosistema. I risultati sono stati pubblicati sulla rivista Journal of Ecology.

Dinosauri morti come le vittime di Pompei: accadeva 125 milioni di anni fa in Cina

dinosauri

Un gruppo di archeologi in Cina ha appena scoperto due fossili di una nuova specie di dinosauro, che sono rimasti intrappolati sottoterra per 125 milioni di anni a causa di un’eruzione vulcanica preistorica. I ricercatori ritengono che i dinosauri siano stati soffocati dalla cenere vulcanica mentre dormivano nella loro tana sotterranea.

Le giraffe sono così alte che possono fungere da parafulmine fatale

giraffe-parafulmini

L’idea che la giraffa possa funzionare come parafulmine non è nuova ed è già noto che molti esemplari di questi animali sono già stati uccisi da un fulmine. Tuttavia, ora gli scienziati hanno descritto per la prima volta in dettaglio le circostanze per cui ciò si verifica.

Individuata per la prima volta un’aurora boreale su una cometa

missione-rosetta

La sonda Rosetta dell’Agenzia spaziale europea (ESA) ha rilevato un’aurora boreale sopra la cometa 67P/Churyumov-Gerasimenko (67P/CG). In una dichiarazione, gli scienziati coinvolti nel rilevamento sottolineano che questa è la prima volta che un tale fenomeno viene rilevato.