Facebook lotta per frenare i contenuti di odio in India; ma la lingua sarebbe il vero problema

facebook
Photo by Alex Haney on Unsplash

Facebook e tutti i social in uso oggi faticano a porre un freno alle fake news e ai messa negativi che vi veicolano. Il social media di Zuckerberg, ultimamente, ha faticato a frenare i contenuti di odio in India, e lo sostiene un ex dipendente di Facebook stesso. I documenti facevano parte dei file consegnati al Congresso e forniti alla Securities and Exchange Commission da Frances Haugen, ex dipendente di Facebook e informatore che ha testimoniato davanti a un panel del Senato all’inizio di questo mese.

I ricercatori dimostrano che il vaccino contro il Covid-19 non influisce sulla fertilità delle donne

vaccino-gravidanza
Photo by Suhyeon Choi on Unsplash

Molte donne incinte stanno posticipando le vaccinazioni contro il Covid-19 per il timore che il vaccino possa influire sulla loro fertilità. Gli attivisti anti-vaccinazione sembrano alimentare queste paure e indurre le donne a pensare che il vaccino potrebbe influire sulle loro possibilità di rimanere incinta ora o in futuro, o aumentare il rischio di aborto spontaneo.

Chi era Hannah Arendt, una delle pensatrici più controverse del XX secolo

hanna-arendt

I suoi concetti sul mondo sono stati oggetto di dibattito dalla metà del secolo scorso e, nonostante nella sua vita abbia fatto critiche filosofiche ai postulati di Socrate, Platone, Aristotele, Immanuel Kant, Martin Heidegger e Karl Jaspers, non si considera una filosofa in quanto tale. Hannah Arendt è stata senza dubbio un personaggio controverso del secolo scorso.

L’evoluzione spiega perché le donne sentono più freddo degli uomini

freddo-donne
Photo by Giulia Bertelli on Unsplash

I ricercatori della School of Zoology dell’Università di Tel Aviv offrono una spiegazione nuova ed evolutiva per lo scenario secondo il quale le donne indossano un maglione al lavoro, mentre gli uomini si sentono a proprio agio indossando maniche corte in un ufficio con aria condizionata. I ricercatori hanno concluso che questo fenomeno non è esclusivo dell’uomo: molti maschi di specie endotermiche (uccelli e mammiferi) preferiscono una temperatura più fresca rispetto alle femmine.

Le varianti Delta e Delta Plus del coronavirus potrebbero essere resistenti a determinati anticorpi

anticorpi
Photo by Towfiqu barbhuiya on Unsplash

Un team di ricercatori di diverse istituzioni in Germania ha scoperto i retroscena dell’ampia diffusione della variante Delta del coronavirus: è resistente ad alcuni anticorpi generati dai vaccini Pfizer-BioNTech e Oxford-AstraZeneca. La loro ricerca ha rivelato che le varianti Delta e Delta Plus possono infettare le cellule polmonari in modo più efficiente. Inoltre, la prima può eludere uno dei quattro anticorpi usati per trattare il COVID-19, mentre la seconda può eluderne due. I risultati sono stati pubblicati sulla rivista Cell Reports.

La musica immaginata e il silenzio attivano attività simili nel cervello

musica-cervello
Photo by Michael Maasen on Unsplash

Immaginare una canzone innesca un’attività cerebrale simile ai momenti di silenzio nella musica: lo sostengono due studi recentemente pubblicati sulla rivista JNeurosci. I risultati rivelano come il cervello continui a rispondere alla musica, anche quando non viene riprodotta.

Minuscole esplosioni di gas per creare display Braille dinamici

braille
Photo by Gabriella Clare Marino on Unsplash

Un team di ricercatori della Cornell University ha lavorato insieme ad altri dell’Israel Institute of Technology per trovare un nuovo modo di produrre dispositivi Braille. Questi dispositivi sono solitamente piuttosto costosi, soprattutto le dinamiche che cambiano in base alle esigenze dell’utente.

Il senso dell’olfatto è fondamentale per aiutarci a rilevare il pericolo

olfatto
Photo by Ruslan Zh on Unsplash

Il nostro naso potrebbe essere stato vitale per la nostra sopravvivenza a un livello molto più alto di quanto pensassimo. Tutto perché il senso dell’olfatto sembra essere appositamente adattato per rilevare e reagire rapidamente al pericolo. Una ricerca pubblicata sulla rivista scientifica PNAS ci dice che i meccanismi olfattivi reagiscono molto più velocemente di quelli degli altri sensi.

Perché ricordiamo meglio le esperienze stressanti

epserienze-stressanti
Photo by ian dooley on Unsplash

Tutti vorremmo ricordare più in dettaglio i momenti in cui siamo stati felici, ma la vita è così ironica che la nostra memoria è migliore per le esperienze stressanti. Precedenti studi avevano spiegato i meccanismi cerebrali dietro di esso, ma ora un nuovo lavoro dell’Università della Ruhr di Bochum diffonde nuove informazioni sull’argomento.

In che modo la serotonina ci aiuta a ricordare le persone

memoria-serotonina
Photo by Priscilla Du Preez on Unsplash

Il modo in cui la nostra mente elabora i ricordi ha un equilibrio complesso di cui non conosciamo ancora tutte le parti. Ora, nel tentativo di saperne di più, sono state condotte ricerche che hanno rivelato il ruolo della serotonina nell’aiutarci a ricordare le persone. Lo studio che ci ha mostrato tale prospettiva è stato recentemente pubblicato sulla rivista Nature. Per realizzarlo, i ricercatori Xiaoting Wu, Wade Morishita, Kevin T. Beier, Boris D. Heifets e Robert C. Malenka hanno lavorato come una squadra.