Archivi categoria: Cosmo

Vita extraterrestre: scienziati impegnati in calcoli di probabilità per contattare gli alieni

vita-extraterrestre

Il sito web Phys.org, specializzato in fisica e cosmologia, ha pubblicato uno studio condotto da un team di scienziati del Politecnico federale di Losanna, in Svizzera, che hanno sviluppato un software che calcola le probabilità di trovare la vita extraterrestre.

Annunci

La NASA e Autodesk creano concept di atterraggio basato sulle zampe degli insetti

Autodesk_Nasa

La NASA è sempre alla ricerca di nuovi formati di veicoli che si ritiene siano migliori per viaggiare verso pianeti lontani. L’agenzia sta creando ora, in collaborazione con la società di software Autodesk, un prototipo rover da inviare a Saturno e sulle lune di Giove.

Spazio: in futuro raggiungeremo l’orbita con una navicella elettrica

Un modo più efficiente per portare un aeroplano o un razzo spaziale ai margini dell’atmosfera terrestre potrebbe essere già dietro l’angolo. I motori a reazione hanno limitazioni riguardo alla quantità di carburante necessaria per raggiungere la velocità di fuga. Ma l’elettricità fornirà la risposta adeguata per creare un nuovo tipo di motore, che sarà molto più potente e meno “esplosivo” quando viene attivato.

Google commemora il 44° anniversario del messaggio di Arecibo

google-arecibo-messaggio

Google oggi dedica il suo doodle al ricordo dei 44 anni trascorsi dal lancio del messaggio rilasciato dall’Osservatorio di Arecibo, nel tentativo di provare una prima comunicazione dalla Terra verso lo spazio. Questo aveva lo scopo di cercare vita oltre il pianeta. Oltre a dimostrare anche le capacità del radiotelescopio di Arecibo.

La fine del mondo? Sono due buchi neri che si scontrano in una galassia

galassie-fine-mondo

Studi condotti dalla società scientifica Eureka, durante i quali gli scienziati hanno effettuato un’analisi di centinaia di immagini di molte galassie in stati di collisione, riprese dal telescopio Hubble della NASA e dai telescopi dell’Osservatorio WM Keck, hanno rivelato qualcosa di molto interessante. Giunsero alla conclusione che i buchi neri nelle galassie aumentano la loro crescita molto più velocemente quando si avvicinano a una collisione.