Archivi categoria: Editoriale

Sky: quando il cliente è sull’orlo di una crisi di nervi

sky

Il “magico” mondo di Sky – ma anche di molti operatori telefonici – è un dedalo dal quale non si esce. Vivi, almeno. Nessun riguardo per i “vecchi” clienti, ma nemmeno per i nuovi, a dire il vero. Così, capita che vedersi addebitato un servizio maggiorato senza preavviso, semplicemente detratto, può causare qualche fastidio. Se poi il suddetto abbonamento nemmeno funziona, il fastidio si tramuta in rabbia.

Annunci

È da codardi nascondere la propria identità online?

Si risponde ai blog, alle notizie lette e su altri siti online riguardo qualsiasi cosa attraverso un nome falso. La domanda è: perché? Perché nascondersi? Nel corso degli anni, sui vai blog che ho “partorito” e sui diversi siti sui quali ho scritto, ho scoperto che i post più velenosi, cattivi e incivili erano scritti quasi sempre da persone “nascoste” dietro un nome falsoC’è semplicemente un rifiuto di responsabilità quando si invia un commento da anonimi. Questo è probabilmente il motivo per cui molti siti iniziano a richiedere l’uso di nomi reali se si desidera rispondere.

Cosa fare dopo un attacco informatico globale

Check Point Software Technologies Ltd. analizza l’origine e le conseguenze di un attacco informatico di massa che tiene la metà del mondo sotto stretto controllo. Secondo le ultime stime divulgate da Europol, sono circa 200 mila le imprese colpite e in 150 paesi, a seguito dell’attacco ransomware WannaCry. Tra le aziende colpite, in maggior misura sono ospedali e centri di salute nel Regno Unito, ma anche Renault, Portugal Telecom, Nissan, il Ministero degli Interni russo e FedEx.

Fonte: http://www.tecnoandroid.it/2017/05/16/cosa-un-attacco-informatico-globale-229802

Come le proteste dei social network riescono a contrastare la presidenza Trump

image
Trump vs social media

La presidenza di Donald J. Trump è stato degno di nota per la sua velocità. Nelle sue prime settimane di carica, il neo presidente statunitense ha già messo in moto diversi piani per fare molto di quello che – ahinoi – aveva promesso di fare durante la campagna elettorale. Ma non è solo il presidente in questione a muoversi velocemente. Lo sta facendo anche la popolazione.

Stupro virtuale: come nasce la violenza sui gruppi segreti di Facebook

11411518414_c36f465709_o
Lo stupro virtuale può considerarsi crimine?

Lo spettro delle donne vittime di molestie sessuali corre e divampa sul web. Non è cosa nuova, certo. E di immagini di donne nude o seminude erette a sogno patologico e psicotico al limite con il libidico ce ne sono a bizzeffe. Ma quando, vittime di erotismi spiccioli e in solitudine sono donne la cui sola “colpa” è quella di aver postato una foto su Facebook, che le ritraeva in occupazioni e momenti della propria giornata, si può a ragione parlare di “stupro virtuale”.

“Vesuvio” e “lavali”: e scoppia il caso Apple a Napoli

apple
E scoppia il caso Apple/Vesuvio/lavali!

Certo, non volendo iOS e il suo correttore automatico ne ha combinata un’altra delle sue. Scoppia il caso “Vesuvio” e “lavali”. Ed è subito polemica ed un imperversare di battute al vetriolo sul web. Se, infatti, su iPhone si scrive “Vesuvio”, tra i suggerimenti del correttore spicca la parola “lavali col fuoco”. Ora, non siamo allo stadio e questo non è un coro di incitamento di chissà quale tifoseria, ma certamente i napoletani si sono risentiti non poco.

Perchè stare insieme per i figli fa più male che bene

figli
Stare insieme per i bambini, perchè?

Cinque parole: stare insieme per i bambini. Buone intenzioni, per carità. E ciò dimostra anche di essere dei buoni genitori. Dà l’idea che i figli vengano prima di tutto, perchè quando si è presa la decisione di avere figli sapevamo che questi sarebbero stati sempre al primo posto. Quelle cinque parole poi, designano il nostro senso di responsabilità, il nostro contributo alla famiglia nei momenti di difficoltà.