Archivi giornalieri: 4 dicembre 2017

cervello-umore Testati gli impianti cerebrali che cambiano l’umore

Una serie di nuovi impianti cerebrali potrebbero fornire un trattamento più efficace dei disturbi mentali, poiché in possesso di algoritmi più personalizzati in grado di sviluppare terapie non invasive. Gli scienziati dell’Università della California e del Massachusetts General Hospital degli Stati Uniti hanno eseguito le prime prove di impianti neurali destinati a registrare l’attività del cervello e stimolare il cervello nel trattamento di malattie mentali.

Annunci

Chandrayaan-2: India pronta a lanciare la sua prima missione sulla Luna nel 2018

In India è tutto pronto per lasciare un segno della propria presenza sulla Luna. L’ultima volta che un Paese ha lasciato la propria orma sul nostro satellite è stato nel 2013, quando la Cina vi è sbarcata con il suo rover Yutu. Prima di questo, si deve tornare agli anni ’70 per trovare un qualsiasi segno della presenza terrestre sulla superficie della Luna.

Come sapere se tuo figlio è dipendente dalla tecnologia

dipendenza-smartphone

Quanto tempo passa tuo figlio davanti al display di uno smartphone, tablet o videogioco? E’ proprio questo a determinare quanto è dipendente dalla tecnologia? Il tempo non è un fattore così decisivo, ma è il tipo di uso che viene dato a questi dispositivi a fare la differenza. Lo rivela uno studio sviluppato dal Centro per la Crescita e lo Sviluppo Umano dell’Università del Michigan, negli Stati Uniti.

Ora puoi giocare a Tetris su Facebook Messenger

tetris

Tetris, il popolare e amato gioco di puzzle a blocchi – e uno dei più popolari nella storia dei videogiochi da 30 anni – è arrivato su Facebook Messenger. “Le applicazioni di messaggistica sono la prossima grande piattaforma di gioco, che sblocca un pubblico potenziale di miliardi di giocatori“, ha dichiarato Laurens Rutten, fondatore e CEO di CoolGames, in una dichiarazione.

La codifica quantistica ad alta velocità per la difesa dagli attacchi informatici

codifica-quantistica

Il sistema di codifica quantistica ad alta velocità è in grado di trasmettere chiavi di crittografia da cinque a dieci volte più velocemente rispetto ad altri metodi tradizionali. Una tecnica di cifratura ad alta velocità che potrebbe proteggere contro gli attacchi informatici più comuni, anche se il computer è dotato di lacune che lo rendono vulnerabile alle perdite di dati.